Diplomi di Benemerenza

Task Force Air ( Siauliai Lituania) – Aeronautica Militare
Consegna :
L’Ambasciatore di Lituania Jolanta Balciniune accompagnata dal Console di Lituania a Firenze Avvocato Enrico Palasciano
Ritira : Il Colonnello Pilota Vito Cracas accompagnati dagli altri componenti della Task Force Air:

Capitano Andrea LANZILLI – Public Affairs Officer TFA
Ten.Col. Vittorio DE RUVO – Gruppo Efficienza Velivoli TFA
Luogotenente Bartolomeo CAMERO – Specialista Manutentore Eurofighter
Primo Maresciallo Domenico TANZILLO –
Primo Maresciallo Domenico SANTORO –
Maresciallo di 1^classe Michele CURCI – Meteo TFA
Primo Aviere Scelto – Stefania MARIOSSI – Difesa Locale TFA

La Task Force Air dell’Aeronautica Militare ha operato a Siauliai (Lituania) nell’ambito della missione NATO Baltic Air Policing a protezione dello spazio aereo delle tre Repubbliche Baltiche.
In tale contesto il personale dell’arma azzurra si è prodigato, al di là del Servizio ed all’unanimità, in complesse opere di sostentamento del locale orfanotrofio ed in numerose altre attività di volontariato a beneficio di diversi orfanotrofi e case famiglia di Vilnius e di altre città della Repubblica Lituana.
L’operato della TFA ha generato l’incondizionato apprezzamento delle più elevate cariche istituzionali locali, dell’Ambasciata italiana a Vilnius e delle realtà diplomatiche Lituane in Italia. Soprattutto, la TFA, ha ottenuto l’intimo affetto delle decine e decine di bambini Lituani cui, gli uomini e le donne della TFA, hanno destinato il calore e le sincere premure di una famiglia.

scudi di San Martino 2015_-94

Dottor Francesco Zini – Parma
Consegna: VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI FIRENZE DOTTOR MASSIMO FRATINI
Accompagna: Il Delegato dell’I SSM a Parma : Principe Diofebo Meli Lupi di Soragna

Nell’estate dello scorso anno, il dottor Francesco Zini,  partecipando alla missione umanitaria Italo-Americana con gli  “ Amigos de Salud,  ha trattando  circa 1000 casi di insufficienza venosa cronica presso la Fara Foundation  di Matagalpa in Nicaragua. Ha partecipato alla Missione contribuendo personalmente alle spese necessarie. Per il viaggio, il soggiorno e il trasporto di tutte le apparecchiature necessarie per poter operare. Si è messo a completa disposizione della comunità con la propria esperienza e  dedizione al proprio lavoro.

scudi di San Martino 2015_-96

Capo Angelo Sacco – Polizia di Stato
Consegna  IL QUESTORE DI FIRENZE DOTTOR RAFFAELE MICILLO
Ritira Commissario Capo Carosi

L’ispettore capo Angelo Sacco,  nel rientrare in ufficio dopo un servizio esterno, notava un intenso fumo fuoriuscire dalla  finestra di uno stabile di otto piani. Accertatosi che si trattava di un incendio, allertava altri colleghi della sezione operativa.  Insieme procedevano ad un accurato sopralluogo, ma solo Sacco riusciva a introdursi all’interno di un appartamento dove un anziano, in evidente stato di shock e con i capelli bruciati, si rifiutava di uscire. Sacco, nonostante le difficoltà a respirare, riusciva a portare l’anziano all’esterno, sorreggendolo fino all’arrivo dei vigili del fuoco e dell’ambulanza.

scudi di San Martino 2015_-97

I.C.S Scuola Italiana Cani di Salvataggio – Milano
Consegna Generale Stefano Fort
Ritira  Il Presidente Nazionale Signor Ferruccio Pilenga
Accompagna Il Presidente Regionale Sig. Angelo Goldoni

La Scuola Italiana Cani Salvataggio, è la più grande organizzazione europea dedita alla formazione di cani da salvataggio nautico e dei loro conduttori. Si tratta di un’attività di Volontariato di Protezione Civile.
Sono 350 gli amici a quattro zampe che operano in tutte le regioni balneari italiane.  In spiaggia, diventano  subito i beniamini di adulti e bambini. La loro giornata lavorativa, tra gli ombrelloni, richiede molteplici capacità sia per il cane che per il conduttore: relazione con il pubblico, prevenzione, educazione ai temi della sicurezza, dell’ambiente, della natura e soprattutto la vigilanza su ampi tratti di litorale.  Le Unità Cinofile Operative della Scuola Italiana Cani Salvataggio vengono addestrate ad operare su qualsiasi mezzo di soccorso: Elicotteri, Motovedette, Gommoni ed anche Acquascooter. Oltre all’attività di salvaguardia della vita umana in acqua, svolta durante la stagione balneare, ed alle attività di Protezione Civile, le Unità Cinofile Scuola Italiana Cani Salvataggio sono impegnate anche a terra, in numerosi progetti a carattere sociale: sensibilizzazione nelle scuole sui temi della sicurezza in mare, dell’educazione ambientale, dell’avvicinamento agli animali, allo sport, alla natura nonché della promozione della figura del cane all’interno della società umana per arrivare, alla Pet Therapy, nel campo della riabilitazione psichica e motoria, per persone portatrici di handicap, anziani, bambini ed in tutti quei casi in cui è necessario assicurare benessere e miglioramento della qualità della vita.

scudi di San Martino 2015_-99

Sup. Andrea Fani – Corpo Forestale dello Stato
Consegna:  VICE COMANDANTE REGIONALE DR. ALBERTO BRONZI


L’Ispettore  Superiore  Andrea Fani  del Corpo Forestale dello Stato opera  in ambito sociale e del volontariato, mostrando spiccate doti di altruismo e senso civico. Dal 2005 è socio volontario dell’associazione “Granello di Senape ONLUS” di Bra (CN).
Si è recato personalmente in Rwanda e Costa d’Avorio in diversi anni per periodi prolungati, per partecipare ai Campi internazionali  di condivisione e lavoro. Per tale associazione ha inoltre assunto l’incarico di Coordinatore dei Progetti internazionali in Rwanda; Responsabile del Gruppo Territoriale di Prato impegnato nella raccolta fondi per il sostegno dei progetti internazionali dell’Associazione; Membro del Gruppo di Progetto di Prato che gestisce il progetto “Rwanda” per favorire l’inserimento in un percorso scolastico e di avviamento professionale degli orfani rwandesi.  Inoltre per 10 anni, unitamente ad altri soggetti volontari, ha fornito assistenza domiciliare con cadenza settimanale ad un giovane residente in Comune di Prato con gravi deficit cognitivi.

scudi di San Martino 2015_-102

Comm. Igor De Amicis – Polizia Penitenziaria
Consegna  Dottor Carmelo Cantone Provveditore Regione Toscana Amministrazione Penitenziaria Penitenziaria
Accompagna: Angelo Cortis Premiato anno 2012

Libero dal servizio, udite delle grida, si accorgeva che l’appartamento adiacente al suo era in preda alle fiamme e che l’androne del palazzo era invaso di fumo. Prontamente entrava nell’abitazione e portava in salvo un giovane in evidente stato di shock,  bloccato all’interno dell’appartamento. Rientrava per accertarsi che non vi fossero altre persone da trarre in salvo. Notava così un uomo affacciato al balcone del terzo piano. Insieme ai vigili del fuoco, nel frattempo sopraggiunti, provvedeva a portarlo in salvo insieme al nipotino.

scudi di San Martino 2015_-104

Scvdi in Bronzo

Dott. Francesco Tozzi  – Lastra a Signa
Consegna
: il rappresentante del Prefetto di Firenze Dottoressa Rosa Milano
Accompagna : Dott.ssa Angela Bagni Sindaco di Lastra a Signa

Medico di medicina generale, lavora da sempre sul territorio del Comune di Lastra a Signa. Laureato nel 1976, sposato con quattro figli, Francesco Tozzi è uno di quei medici che va oltre la professione. Il suo lavoro infatti non termina alla fine dell’orario dell’ambulatorio: la sua è quasi una missione nei confronti dei pazienti che assiste e ascolta anche al di fuori dei tempi lavorativi.  Ci sono pervenute numerose lettere da parte di cittadini che raccontano come Francesco Tozzi, sia da tutti i suoi pazienti considerato “uno di famiglia”,  “un amico”. Testimoniano la sua bontà d’animo e la dedizione nell’aiutare e curare il prossimo. Chiaro  esempio per tutti di elette virtù.

scudi di San Martino 2015_-107

Mr. James Koufos – Sydney Australia
Consegna: Il Presidente Del Consiglio della Regione Toscana Dr Eugenio Giani
Ritira Rose Majors

James Koufos vive e lavora a Sydney, in Australia, dove ha fondato e attualmente dirige la Gap Finance, una società di soluzioni di finanziamento. Ma è nato a Salonicco, in Grecia, dove vive ancora sua madre. Nei giorni concitati e di sovraesposizione mediatica della crisi Greca, ha visto la foto di un pensionato accasciato per terra, disperato, fuori da una banca.  la foto circolava sui siti Internet di tutto il mondo…. ha riconosciuto quell’uomo! era un amico di suo padre.
«Mi ha colpito molto», ha raccontato  al Daily Mail Australia, ho riconosciuto Giorgio Chatzifotiadis, un compagno di scuola del mio defunto padre.  James Koufos ha deciso di rintracciarlo e aiutarlo a riconquistare la propria dignità.

scudi di San Martino 2015_-110

App. Scelto Antonio Levanto – Arma Carabinieri
Consegna  Generale Aldo Visone

Con eccezionale coraggio ed esemplare altruismo, non ha esitato ad immergersi nelle acque gelide ed impetuose del fiume Po per soccorrere una donna che vi si era tuffata con intenti suicidi. È riuscito a raggiungerla e a trarla in salvo. chiaro esempio di elette virtù civiche e non comune senso del dovere.

scudi di San Martino 2015_-111

Serg. Davide Pillolla  – Esercito Italiano
Consegna IL Vice COMANDANTE DELL’ISTITUTO GEOGRAFICO MILITARE  GEN. GIUSEPPE POCCIA

Il sergente Davide Pillolla, effettivo al 3° reggimento genio guastatori, libero dal servizio, si trovava nella propria abitazione quando le grida disperate di una donna in cerca di aiuto lo raggiungevano. Prontamente interveniva. Un bimbo di soli due mesi giaceva sul lettino,  privo di battito cardiaco. Con ammirevole prontezza di spirito è intervenuto e in attesa dell’intervento del personale sanitario, praticava al bimbo la rianimazione cardio-polmonare. Successivamente, contribuiva fattivamente con i soccorritori fornendo circostanziate informazioni utili ai fini di una precoce diagnosi. Una volta stabilizzata la situazione, il neonato veniva portato al pronto soccorso pediatrico di Udine per le successive cure del caso.

scudi di San Martino 2015_-114

Scvdi in Argento

Sig. CESARE DENTICO  – Scudo in argento alla memoria
Consegna:  Il Sottosegretario di Stato Dr. Cosimo Ferri
Ritira:
  La Signora Cristina Gernone, madre di Cesare Dentico

Cesare Dentico, panettiere di Bari, che ci ha lasciato a soli 44 anni, sarà ricordato per il suo coraggio e alto senso civico e morale.
Mentre si godeva una giornata di sole in spiaggia insieme alla sua compagna, vedendo un gruppo di bambini in seria difficoltà perché travolti dalle onde e spinti in mare aperto dalle correnti, senza esitare si lanciava in acqua nel tentativo di salvarli.
Questo gesto eroico, che ha causato la sua morte, ha però consentito di salvare sei giovanissime vite.

scudi di San Martino 2015_-115

App. Andrea Stamerra –  Guardia di Finanza
Consegna il Generale di Divisione Flaviano GODIO,
Accompagna    Il maresciallo Dottor Salvatore Gennaro già insignito con Scudo in Argento nel 2013

Era il 18 dicembre 2014 quando  Andrea Stamerra, appuntato in forza alla compagnia di Agrigento, libero dal servizio, si trovava con i propri familiari presso un centro commerciale. Richiamato dalle urla disperate  di alcune persone presenti in un negozio, il militare si precipitava all’interno dell’esercizio e scorgeva un bambino di circa due anni steso sul pavimento, con la bocca sporca di sangue, in evidente crisi respiratoria. La madre del piccolo era in preda ad una crisi di nervi.
Allertato immediatamente il 118, Stamerra provvedeva ad operare manovre idonee per liberare le vie aeree del bambino, immaginandole ostruite da un corpo estraneo. Continuava col massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca.
Al termine del secondo ciclo di insufflazione e massaggio il bambino riprendeva conoscenza e iniziava a respirare autonomamente.
Andrea Stamerra , con questo gesto, ha mostrato un alto senso di altruismo e soprattutto la capacità di mantenere il controllo in una situazione così critica. Questo, unitamente alle capacità professionali in materia di soccorso alle persone, gli ha consentito di salvare la vita di un bambino.

scudi di San Martino 2015_-118

Sig.ra DONATA RUJU – Cagliari
Consegna  Roberto Lupi e  la Vice Presidente della XXXII Commissione Giudicatrice,   Prof.ssa Donatella Lippi

Donata Ruju, maestra presso la scuola primaria Randaccio a Cagliari, si è resa protagonista di una storia di grande generosità, amicizia, solidarietà e altruismo.
Negli ultimi mesi dell’anno scolastico 2013/2014, una piccola allieva all’improvviso si è assentata da scuola per una grave malattia. Immediatamente la maestra si è resa  conto di dover  fare qualcosa perché la sua alunna non rimanesse indietro rispetto ai suoi compagni di classe. La malattia non poteva e non doveva isolarla dai suoi affetti, dai suoi amici, dalla sua classe e era importante anche metterla nelle condizioni non perdere l’anno scolastico.
Malgrado le restrizioni economiche e burocratiche, Donata Ruju, sostenuta dai suoi familiari e dall’aiuto di alcuni colleghi, tra questi la Maestra Silvia Mori Ubaldini, è riuscita  ad organizzare un’aula che permettesse i collegamenti via internet e così, grazie ad una webcam, la bambina ha potuto partecipare alla vita di classe nonostante fosse fisicamente in ospedale.  Così è nato  il progetto “Tutti insieme per Sara” grazie al quale Sara, dopo essersi ripresa dalla malattia, ha potuto tornare a scuola insieme ai suoi compagni di sempre.

scudi di San Martino 2015_-124

Share This