Edizione 1986

Nov 6, 1986

SCVDI D’ARGENTO

Uff. pilota elicotteri Walter Sorella – Scudo alla memoria

Ufficiale di guardia al nucleo elicotteri di Pontecagnano, veniva informato di un gravissimo incidente stradale sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria e delle difficoltà di portar rapido soccorso ai feriti a causa dell’ingorgo conseguente. Levatosi subito in volo malgrado le cattive condizioni atmosferiche, atterrava a 300 metri dal luiogo dell’incidente e con il secondo pilota dava inizio alle operazioni necessarie a far scorrere il traffico e far così giungere i mezzi di soccorso. Conseguito questo scopo, l’ufficiale decideva di avvicinare ulteriormente l’elicottero, nell’intento di guadagnare attimi preziosi per soccorrere un ferito gravissimo. All’ultimo momento, l’atterraggio in prossimità del luogo dell’incidente veniva reso impossibile per pioggia torrenziale e nubi basse. L’elicottero, costretto a riguadagnare quota, precipitava urtando contro un elettrodotto. Nell’incidente Walter Sorella perdeva la vita.

 

Ten. Col. Paolo Landucci

Componente nel nucleo elicotteristi della spedizione italiana che raggiungeva per due volte la vetta dell’Everest, si prodigava con efficace e generosa attività in condizioni ambientali difficilissime, ai limiti delle possibilità umane e delle prestazioni tecniche del velivolo. Si elevava a quote mai raggiunte in passato, sfidando turbolenze atmosferiche e atterrando su pericolosi ghiacciai per recar soccorso a scalatori italiani e nepalesi infortunati.

 

Mar. Magg. Daniele Minelli

Si è sempre distinto per impegno fisico e coraggio, dimostrato rischiando la propria vita nell’affrontare incendi boschivi devastanti e molto pericolosi per la pubblica calamità.

 

6° Battaglione Genio Pionieri “Trasimeno”

E’ stato chiamato ad intervenire per portare soccorso alle popolazioni colpite in occasione di tutte le calamità che si sono abbattute su Lazio, Umbria, Marche ed Abruzzi. Meritevole di particolare menzione l’intervento effettuato per eliminare il grave pericolo di un enorme masso di tufo che minacciava di precipitare sulla rotabile SS. 205 Amerina e sull’adiacente linea ferroviaria Firenze-Roma. Il personale del Battaglione, operando in condizioni di grave rischio, utilizzando attrezzature da roccia e cariche esplosive, riusciva a demolire il masso consentendo in tempi brevissimi la riapertura del traffico stradale e ferroviario.

 

Unione Nazionale Italiana Trasporto a Lourdes e Santuari internazionali

Per l’opera di assistenza materiale e spirituale a favore di malati ed invalidi che da oltre 80 anni svolge, disinteressatamente e con alto spirito di solidarietà umana.

 

Mar. Adolfo Tirelli, App. Serafino Guadagnini e App. Raul Marzioni

A seguito del cedimento del bacino minerario in Val di Sava, partecipava con propri nuclei alle operazioni di soccorso salvando da sicura morte persone sepolte dalle macerie di abitazioni crollate o immerse quasi completamente nella massa fangosa.

 

5° Gruppo Elicotteri di Luni

Reparto elicotteri della Marina Militare, è stato intensamente impegnato in interventi a favore delle popolazioni civili e nelle campagne antincendio. Ha svolto i compiti assegnati con profondo senso civico, superando l’inadeguatezza tecnica dei mezzi rispetto al tipo di impiego richiesto, per lo spirito di dedizione al dovere del personale che spesso ha operato con grave rischio per la propria incolumità.

 

SCVDI DI BRONZO

Comune di Scandicci

S. James Episcopal Church

Dott. Mario Fortini

Direzione Regionale Toscana “Società Italiana per l’esercizio delle Telecomunicazioni”

 

COMMISSIONE  GIUDICATRICE EDIZIONE 1986

Gen. Pietro Damiani (presidente)

Gen. Giovanni Parlato, presidente Unuci

Baldassarre Gulotta, Provveditore agli Studi

Galliano Boldrini, console di San Marino

mons. Luciano Giovannetti, vescovo di Fiesole

Gennaro Oriolo, presidente associazione presidi

Igor Istomin Duranti, presidente Oipc Ginevra

Victor Citron, comandante Protezione Civile di Nizza

Don Gastone Quattrini, parroco di San Martino alla Palma

 

COMITATO D’ONORE

Giovanni Mannoni – Prefetto di Firenze

Francesco Cappellini – Presidente della Corte d’Appello di Frenze

Marcello Bonanno – Commissario di Governo Regione Toscana

Raniero De Castello – Procuratore Generale della Repubblica a Firenze

Neri Loi – Comandante Regione Militare Tosco-Emiliana

Massimo Bogianckino – Sindaco di Firenze

Franco Scaramuzzi – Rettore dell’Università di Firenze

Jean Pierre Angremy – Console generale francese a Firenze

Diane Dillard – Console generale U.S.A. a Firenze

Enrico Ciantelli – Console generale austriaco a Firenze